Your are here: Home // Posts Tagged With etichette

LE ETICHETTE POSSONO CONFONDERE I CONSUMATORI QUANDO SI PARLA DI SALUTE

LE ETICHETTE POSSONO CONFONDERE I CONSUMATORI QUANDO SI PARLA DI SALUTE
I claim sulle etichette dei prodotti salutistici promettono molto, ma spesso senza poi mantenere quanto il consumatore si attende: lo denuncia l’associazione internazionale di consumatori “foodwatch”, fondata nel 2002 a Berlino, presentando i risultati di una indagine su venti prodotti francesi che promettevano in etichetta disintossicazione, effetti anti-cancro, snellenti, anticolesterolo, antiossidanti,... 
Tags: ,

ETICHETTE ENERGETICHE 2.0: SARANNO PIÙ SEMPLICI E PIÙ COMPRENSIBILI

ETICHETTE ENERGETICHE 2.0: SARANNO PIÙ SEMPLICI E PIÙ COMPRENSIBILI
La Commissione europea ha presentato il sistema delle nuove etichette energetiche per gli elettrodomestici prodotti e venduti nell’eurozona che riduce a 7 il numero di classi energetiche per gli elettrodomestici. La nuova etichettatura è frutto di un processo di consultazione avviato dopo che nel 2017: l’Ue aveva concordato con quanti richiedevano norme più chiare sull’etichettatura dell’efficienza... 

L’ETICHETTA È IMPORTANTE ANCHE PER LE ACQUE ACQUISTATE IN BOTTIGLIA

L’ETICHETTA È IMPORTANTE ANCHE PER LE ACQUE ACQUISTATE IN BOTTIGLIA
Anche l’acqua ha la sua etichetta: le bottiglie che acquistiamo per legge devono riportare tutta una serie di informazioni al consumatore che spesso vengono trascurate. L’acqua che beviamo deve essere inodore, incolore e insapore, ma le differenze tra un’acqua e l’altra non è data dalla pubblicità che ne viene fatta, ma da una serie importante di dati che ne qualificano le prerogative e che... 
Tags: ,

PERDE LA UE: AZZERATA L’ETICHETTA ENERGETICA SUGLI ASPIRAPOLVERI

PERDE LA UE: AZZERATA L'ETICHETTA ENERGETICA SUGLI ASPIRAPOLVERI
La Commissione Europea ha deciso di non presentare appello alla decisione del Tribunale europeo che, a novembre scorso, aveva sancito che l’etichetta energetica degli aspirapolvere è da considerarsi ingannevole e discriminatoria nei confronti di alcune classi di apparecchi (come i ciclonici di Dyson), confermando il pronunciamento della Corte di Giustizia di più di un anno prima. La vicenda era... 

UNA ETICHETTA PARLANTE PER UN PRODOTTO POCO CONSIDERATO: IL SALE

UNA ETICHETTA PARLANTE PER UN PRODOTTO POCO CONSIDERATO: IL SALE
«Il sale è un bene prezioso, difficile, può essere dannoso in quantità non controllate, ma può essere anche un coadiuvante terapeutico per certi malanni»: lo dice Giampietro Comolli, consulente esterno dei parlamentari europei in Commissione agricoltura per Pac 2014-2020 e fondatore nel 1992 del Ceves, il centro studi ricerca vite-vini. «Non è vero che tutti i Sali sono uguali – continua... 
Tags: ,

IL “NOSTRO” SUPERMERCATO È DI FIDUCIA PER LA CARNE, NON PER LA COSMETICA?

IL “NOSTRO” SUPERMERCATO È DI FIDUCIA PER LA CARNE, NON PER LA COSMETICA?
Secondo la ricerca Nomisma condotta nel 2018 su 1.000 acquirenti della grande distribuzione chi ha acquistato prodotti per la bellezza e l’igiene personale ha prestato maggiore attenzione nell’acquisto per il 32% alle certificazioni (assenza di nichel, senza parabeni, ipoallergenico, dermatologicamente testato, ecc.), il 26% sceglie in base al metodo di produzione del cosmetico (non testato sugli... 
Tags: ,

DAL SENATO ARRIVA L’ESTENSIONE DI NUOVI OBBLIGHI PER GLI ALIMENTI

DAL SENATO ARRIVA L’ESTENSIONE DI NUOVI OBBLIGHI PER GLI ALIMENTI
C’è ora la possibilità di estendere in Italia l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del prodotto per tutti gli alimenti. Le Commissioni lavori pubblici e affari costituzionali del Senato hanno infatti approvato un emendamento al quale dovranno ora fare seguito nuovi e specifici decreti per gli alimenti ai quali imporre l’obbligo. Ricordiamo che oggi in Italia l’obbligo di indicazione... 

NUOVE ETICHETTE PER SCARPE E ABBIGLIAMENTO: PIÙ CHIARE E IN ITALIANO

NUOVE ETICHETTE PER SCARPE E ABBIGLIAMENTO: PIÙ CHIARE E IN ITALIANO
La legge sarebbe già in vigore da un anno, visto che è dal gennaio del 2018 che il Ministero dello sviluppo economico (Mise) ha emanato un decreto che sancisce l’obbligo di inserire sulle etichette dei capi di abbigliamento, accessori e calzature della moda Made in Italy le informazioni relative alla composizione e alla provenienza dei prodotti. Ma mancavano ancora le forme di applicazione della... 
Tags: ,

SEMPLIFICAZIONE SÌ, MA L’OBBLIGO DI INDICARE SE CI SONO OGM RESTA

SEMPLIFICAZIONE SÌ, MA L’OBBLIGO DI INDICARE SE CI SONO OGM RESTA
È stato corretto il Decreto Legge ‘Semplificazioni’ nella parte che eliminava dalla norma l’obbligo di scrivere in etichetta se un prodotto alimentare contiene Ogm. Un emendamento ad hoc, a firma degli stessi relatori nelle Commissioni affari costituzionali e lavori pubblici del Senato, ha infatti specificato che le norme “sono fatte salve le prescrizioni previste dalla normativa europea relative... 
Tags: , ,

È ILLEGITTIMO L’OBBLIGO IN ETICHETTA DELLO STABILIMENTO DI PRODUZIONE

È ILLEGITTIMO L’OBBLIGO IN ETICHETTA DELLO STABILIMENTO DI PRODUZIONE
D’ora in poi le aziende che non riportano sulle confezioni il luogo di produzione non possono essere sanzionate: è la conseguenza pratica di una sentenza emessa dalla diciottesima sezione civile del tribunale di Roma in forza della quale è stata dichiarata “l’inapplicabilità della normativa interna e la non opponibilità ai privati” del decreto legislativo 145/17. Con quel decreto l’allora... 
Copyright © 2011 Garantitaly. Tutti i diritti riservati.
Designed by Theme Junkie. Powered by WordPress.