You are here: Home // Enologia, Notizie // MALGRADO IL SORPASSO FRANCESE, NEGLI USA AMANO ANCORA IL VINO ITALIANO

MALGRADO IL SORPASSO FRANCESE, NEGLI USA AMANO ANCORA IL VINO ITALIANO

Per quanto questo sia l’anno nel quale la Francia ha scalzato dal primo posto nell’export i vini italiani negli Usa, sembra che il binomio “fine wine” e “Made in Italy” riscuota ancora grande successo. Una indagine su 2.400 consumatori di vino dei quattro Stati federali maggiori importatori di vino italiano (New York, Florida, New Jersey, California) presentata Istituto Grandi Marchi e Nomisma Wine Monitor dimostra che un terzo dei consumatori statunitensi di vino indica “Italia” quando pensa ai produttori di vini di alta qualità, e Barolo, Amarone e Brunello di Montalcino i “fine wine” italiani più citati spontaneamente, così come Piemonte e Toscana sono le regioni che vengono più spesso ricordate, seguite da Veneto e Sicilia.
Bere vino negli Usa è sempre più cool. E a scegliere le etichette percepite come fine wines sono stati nell’ultimo anno consumatori con reddito familiare alto (54%), elevato titolo di studio (49%), millennial tra i 21 e i 35 anni (43%) a cui si somma la generazione di mezzo (36-51 anni) con un 43% della domanda, con un 43% che consulta il web per informarsi.

Il consumatore d’oltreoceano si affida molto all’immagine del brand e alle notizie sul web

Nel corso degli ultimi dieci anni, i consumi di vino negli Stati Uniti sono aumentati a volume del 28% arrivando a 32 milioni di ettolitri; nonostante ciò pesano ancora per appena il 10% sul consumo totale di bevande alcoliche (per l’80% si tratta di birra). Circa un terzo dei consumi statunitensi di vino si riferisce a prodotti d’importazione, cresciuti nel decennio del 33%, arrivando ad un valore di circa 5,5 miliardi di dollari. La quota dell’Italia è passata dal 31% al 34% nel caso dei vini fermi imbottigliati e dal 13% al 32% nel caso degli spumanti.”Gli Stati Uniti al pari di molti altri mercati internazionali – ha detto il responsabile di Nomisma Wine Monitor, Denis Pantini stanno vivendo una rilevante fase di crescita per i vini di alta qualità e il “fine wine” ideale per il consumatore americano, è quello prodotto da un’azienda ben consolidata e con esperienza”.

Tags: , ,

Leave a Reply

 
Copyright © 2011 Garantitaly. Tutti i diritti riservati.
Designed by Theme Junkie. Powered by WordPress.