You are here: Home // Moda, Notizie // ABBIGLIAMENTO E SCARPE SPORTIVE CONTINUERANNO A CRESCERE NEL 2019

ABBIGLIAMENTO E SCARPE SPORTIVE CONTINUERANNO A CRESCERE NEL 2019

Moody’s alza il rating da stabile a positivo per il settore dell’abbigliamento e delle calzature sportive statunitense. In seguito all’accelerazione degli utili delle aziende americane registrata negli ultimi due anni, gli analisti prevedono un andamento costante dei profitti nei prossimi 12-18 mesi, in parallelo con l’espansione delle aziende del settore sul mercato domestico e all’estero, specie nei mercati emergenti.
L’incremento dei profitti dovrebbe derivare dall’attuazione di iniziative volte al risparmio dei costi, allo sfruttamento di sinergie e dall’introduzione di nuovi prodotti oltre che dagli effetti del marketing targetizzato. Nel 2018, Moody’s stima per le aziende in esame un incremento degli utili operativi tra il +8-9% dal precedente +3-5%. Una performance che nel 2019 dovrebbe ridimensionarsi a una crescita fra il +6% e il +7%. Un andamento che segue la previsione di un progresso dei ricavi fra il +6% e il +7% nel 2018 e del +4%-5% l’anno successivo. Tassi che tengono conto del ritmo sostenuto dell’export, specie in Asia.

Molto però dipende dall’espandersi della guerra dei dazi che potrebbe rallentare il mercato in Cina

Gli analisti prospettano, in particolare, una forte crescita dei profitti di Nike, sostenuta da nuovi prodotti e maggiori vendite online, oltre all’espansione su internazionale e al miglioramento del mercato Usa dell’abbigliamento. Pvh, che annovera al suo interno marchi quali Tommy Hilfinger e Calvin Klein, dovrebbe continuare invece a mostrare performance positive, mentre VF dovrebbe beneficiare del rafforzamento di Vans, The North Face e dell’abbigliamento streetwear.
Il rischio per le aziende statunitensi del settore è rappresentato dall’eccessiva dipendenza dal mercato locale, ma gli analisti allertano anche sulla questione dell’aumento dei dazi. Per il 2018 e 2019 Moody’s pronostica una crescita del Pil degli Usa e dell’Europa entro il +5%, ed anche in Cina dovrebbe collocarsi intorno al +5%. Previsioni che potrebbero essere riviste se fossero imposte tariffe addizionali alle importazioni dalla Cina.

Tags: ,

Leave a Reply

 
Copyright © 2011 Garantitaly. Tutti i diritti riservati.
Designed by Theme Junkie. Powered by WordPress.