You are here: Home // Editoriali

LIBERO MERCATO IN LIBERI DAZI

LIBERO MERCATO IN LIBERI DAZI
Districarsi nei meandri del commercio internazionale sta diventando una impresa davvero improba e le prospettive ci paiono tutt’altro che rosee per il futuro. Lo stesso esito del G20 di Amburgo su questo tema è per lo meno contraddittorio. Libero mercato hanno detto: un accordo condiviso da almeno 19 Paesi, qualcuno più convinto di altri. Ma hanno anche detto che i dazi non si cancellano: come... 

L’UNIONE DIVISA SU PROTEZIONISMO E DUMPING

L’UNIONE DIVISA SU PROTEZIONISMO E DUMPING
Tempismo sospetto quello della svedese Cecilia Malmström, Commissaria europea responsabile per il Commercio, che ha appena pubblicato l’annuale relazione sugli ostacoli al commercio e agli investimenti nella quale denuncia che in tutto il mondo si registrano 372 ostacoli agli scambi, con un aumento del 10% nel 2016 e che auspica si lavori per l’abolizione dei dazi. Una pubblicazione che arriva... 

I NOSTRI SOLDI ALLA CRIMINALITÀ

I NOSTRI SOLDI ALLA CRIMINALITÀ
Nella ‘settimana’ che il Ministero dello sviluppo economico ha vovuto dedicare alla lotta alla contraffazione, non potevamo che occuparci di quello che sta diventando il canale per antonomasia della contraffazione, quel commercio online che sta espandendosi rapidamente e che è fortemente inquinato da prodotti falsi. Un fenomeno che è di estrema difficoltà contrastare e per molti motivi, non... 

IL COMMERCIO MONDIALE DOPO IL G7

IL COMMERCIO MONDIALE DOPO IL G7
Nell’ovattato mondo della diplomazia internazionale, dove nulla mai si dice apertamente ma lo si lascia solo intendere, hanno avuto l’effetto di un elefante in una cristalleria le parole di Angela Merkel dopo la due giorni del G7 a Taormina. «I tempi in cui potevamo fare pienamente affidamento sugli altri sono passati da un bel pezzo» è la lapide che la leader tedesca ha scritto sui  rapporti... 

VIVA LA MODA. MA PER LE ‘MODE’: NO GRAZIE!

VIVA LA MODA. MA PER LE ‘MODE’: NO GRAZIE!
Anche in queste pagine scriviamo di moda. Lo facciamo nella consapevolezza che si tratta di un comparto economico di assoluto valore per il Made in Italy: il gusto italiano ha conquistato il mondo per la sua capacità di essere innovativo, visionario senza mai scadere nella volgarità.  E il nostro sistema moda ha dimostrato anche una grande capacità di qualificarsi nel mondo perché ‘italiano’. Non... 

IL MADE IN ITALY È FATTO IN ITALIA

IL MADE IN ITALY È FATTO IN ITALIA
Eataly conquista un posto d’onore nel nuovo centro commerciale Kievskij,di fronte all’omonima stazione ferroviaria ad appena tre fermate di metropolitana dalla Piazza Rossa: 7.500 metri quadri al terzo piano del complesso Kievskij per un record di 954 coperti. La filosofia resta sempre la stessa: «Promuoviamo il Made in Italy, ma anche il chilometro zero, con un occhio al mercato locale»... 

LA BATTAGLIA DEL RISO PASSA DALL’ETICHETTA OBBLIGATORIA

LA BATTAGLIA DEL RISO PASSA DALL’ETICHETTA OBBLIGATORIA
Nell’uovo di Pasqua, i produttori che qualche giorno prima avevano protestato vivacemente a Roma hanno trovato una ‘promessa di sorpresa’. Cartelli, bandiere Coldiretti e slogan erano stati necessari per spiegare agli italiani, che fino allora non avevano avuto notizie in materia, che il riso italiano è buono, è sano, ma è in crisi. A mettere in ginocchio il frutto dei nostri coltivatori sono... 

UN VICOLO DA QUALE BISOGNA USCIRE IN FRETTA

UN VICOLO DA QUALE BISOGNA USCIRE IN FRETTA
Nei mesi scorsi è tornato più volte sulle prime pagine dei giornali un dato: dalla crisi del 2008, solo un settore ha salvato l’Italia e ha continuato a tirare. Si tratta di quell’agroalimentare che oggi vede invece le sue ombre più scure all’orizzonte. E gli elementi per preoccuparsi ci sono tutti, pur partendo dalla considerazione che i trend degli ultimi anni sono tutti in crescita. Il... 

SEMPRE PIÙ ELEVATO IL RISCHIO MAFIOSO IN AGRICOLTURA

SEMPRE PIÙ ELEVATO IL RISCHIO MAFIOSO IN AGRICOLTURA
Il quarto Rapporto sui crimini agroalimentari in Italia elaborato da Eurispes, Coldiretti e Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare ci dice (ma è evidentemente solo una conferma) che le “agromafie”, per raggiungere il loro obiettivo, ricorrono a tutte le tipologie tradizionali di reato: usura, racket estorsivo e abusivismo edilizio, furti di attrezzature... 

IL GIALLO DEL 19 APRILE: OBBLIGO DI ETICHETTATURA D’ORIGINE PER IL LATTE?

IL GIALLO DEL 19 APRILE: OBBLIGO DI ETICHETTATURA D’ORIGINE PER IL LATTE?
Doveva essere il segnale di una grande battaglia vinta dall’Italia per la tutela dei consumatori e per la difesa del prodotto italiano. Il Ministro Maurizio Martina si era speso molto per garantire che il latte italiano avrebbe trovato ‘protezione’ contro l’invadenza delle importazioni crescenti dalla Germania e dall’Olanda. Imporre all’Europa di accogliere la sperimentazione dell’obbligo... 
Copyright © 2011 Garantitaly. Tutti i diritti riservati.
Designed by Theme Junkie. Powered by WordPress.